ARTICOLI
 
Maggio 2006
Cenni storici, tributo a Lievanais
Michele D Auria





Alcuni individuano la nascita delle competizioni di lancio in Europa, più precisamente nel Regno Unito, nei primi anni 70’.
In realtà, un esame più approfondito della materia porta a risultanze assai diverse.
Le competizioni di lancio , sebbene cronologicamente posteriori alla nascita della moderna pesca dalla spiaggia (surf casting) , sono molto meno “giovani” di quello che si crede.
Correva l’anno 1876 (sì, avete capito bene) quando Ernest Holzman effettuò un lancio di 258 ft (circa 78,63 mt) durante una gara di lancio tenutasi nella città di Philadelphia, USA.
Nel 1909 W. Rice portò il record americano (meglio, mondiale) a 305 ft (c.a. 92.96 mt).
Fred Berger, un lanciatore della East Coast, portò il record a 495 ft (150,87 mt) nel 1923.
Ma la West Coast (più precisamente l’area intorno alla città di S. Francisco) non restò a guardare.
Nel 1928 August “Primo” Lievanais , londinese di nascita poi emigrato in tenera età negli USA , con un nuovo stile di lancio “ off the ground” stabilì il nuovo record di lancio con 498 ft (circa 151 mt).
Fu l’inizio di un lungo confronto sportivo tra la East e la West Coast,
Primo migliorò il suo record ogni anno, per 6 anni consecutivi e questo ebbe un forte impatto sui clubs di pesca della zona.
Infatti intorno a lui cominciò a svilupparsi una vera e propria scuola di forti lanciatori, la maggior parte erano surfcasters , nulla è cambiato da allora…., che volevano spedire le esche oltre l’ultima sandbar (cresta).
Il 18 settembre del 1938 Primo portò il record mondiale a 660 ft (201.16 mt) , misura ottenuta durante una competizione tenutasi all’aereoporto della città di Oakland, con circa 14 nodi di vento.
La seconda guerra mondiale interruppe momentaneamente l’attività sportiva ma il fuoco covava sotto la cenere….
Ray de Bono (S. Francisco) portò il record a 735 ft ( 224 mt ) , Danny Dragon (S. Francisco) a 765 ft ( 233 mt).
Nel 1955 Primo ottenne con il suo ground da manuale la strabiliante misura di 810 ft e 5 inch (circa 247 mt!!!), nuovo record mondiale ( e ancora adesso, dopo 50 anni, misura raggiungibile solo da pochi groundcasters al mondo).
La canna usata dall’icona lanciatoria de quo era una Wilson, 9 ft (2,70 cm), in bamboo, dal peso di circa 750 gr , la zavorra utilizzata era 4 oz (111 gr),12 mt di SL da 15 kg di carico di rottura, lenza da 4 lb (assimilabile a un moderno 0,25/0.28).
Alcune annotazioni tecniche pervenutaci dalle cronache dell’epoca.
La lunghezza del drop era di 8 ft,
la cima della canna –nella posizione di partenza del suo OTG- era a circa mezzo metro da terra,
l’angolazione con il suolo di circa 45°,
il drop era angolato di circa 30° rispetto la cima,
il piano della rotazione era di circa 45° rispetto al suolo.
Primo aveva scritto le regole del perfetto OTG ; esse valgono ora più che mai.
Ancora adesso Egli è considerato un Maestro di Tecnica dai lanciatori contemporanei.
Questo fortissimo lanciatore fu capace di una escalation tecnica formidabile ; da 151 mt a oltre 247.
Come fu possibile tutto ciò?
Le cronache dell’epoca ci reportano che Primo si allenava ogni giorno, dopo il lavoro (interessante l’analogia con un’altra leggenda vivente, Neil Mackellow detentore del record mondiale per quasi 15 anni) nel piazzale innanzi la sua casa.
Egli utilizzava dei metodi di allenamento innovativi per l’epoca; spesso si allenava con una pesantissima canna, per potenziarsi muscolarmente.
Come la maggior parte dei lanciatori , Primo iniziò a pescare in tenera età, il padre lo portava seco in spiaggia e , quando era adolescente, andò a vedere una competizione di lancio; venne a conoscenza per la prima volta dell’esistenza di molti stili di lancio e , durante il ritorno a casa, decise di iniziare ad allenarsi seriamente.
Tra i vari stili dell’epoca scelse quello di Merle Preston, un proto-ground e , agli inizi, fu molto aiutato da una lanciatore più anziano Bud Kelhert.
All’epoca si utilizzava un solo anello (l’apicale) sulle canne da SC ma un giorno Primo , mentre praticava la pesca a mosca, con suo papà dimenticò di passare la lenza in alcuni anelli della canna, quel giorno lanciò molto più corto…..
Tornato a casa , si rese conto dell’accaduto e montò 5 anelli sulla sua canna da SC; le distanze registrarono un aumento di 20 mt!
Si sentì pronto per la sfida con i lanciatori della East Coast……
Persistevano ancora dei problemi; la bobina del suo rot spesso esplodeva in volo, la forza centrifuga che Primo faceva sviluppare la piombo era tanta e spesso le parrucche avvenivano ancora prima che il povero Primo potesse rallentare la bobina con il pollice (cd. Thumbing).
Il padre lavorò sodo e gli modificò (le modifiche sono sempre state una costante delle competizioni di lancio,ora come allora).
Un rot, finalmente non doveva più rallentarlo col pollice e al primo lancio incremento il suo record di circa 15 mt!
In quell’occasione stabilì il nuovo record dell’epoca con 660 ft (oltre 200 mt).



Primo era un sostenitore della giusta combinazione canna/lanciatore, anche se era alto più di 190 cm e certamente non di debole costituzione fisica, sosteneva che;
“ il mio stile e il mio tipo di lancio (OTG) non mi permettono di usare una canna più rigida,
se la canna non si piega non ti porta da nessuna parte,
un uomo forte può usare una canna rigida e un uomo pià leggiero una più accondiscendente ma in ogni caso l’uomo deve essere capace di piegare la struttura altrimenti non può utilizzarla, per questo mi piacciono canne più flessibili e dall’azione più progressiva”.
Parole di un uomo alto quasi 2 mt e certo non debole…………meditiamoci su, in coro,orsù.

Attualissimo anche il pensiero di Primo sul rot:

“ il pescatore medio entra in un negozio e e acquista il rot che ha il tempo di rotazione più lungo ….ma quello che realmente ci serve è una rotazione fluida ma tenuta sotto controllo dalla densità dell’olio.
Durante il lancio la lenza deve creare un morbido arco tra la bobina del rot e il primo anello.
Se l’arco è troppo ampio bisogna innalzare la densità dell’olio.
Se l’arco è troppo teso si può imbobinare una maggiore quantità di lenza.”

Primo controllava il rot essenzialmente con la quantità di filo in bobina e con la densità dell’olio.
Potrebbe sembrare una strategia di altri tempi senonchè il record del mondo di Neil Mackellow (256 mt, rimasto imbattuto per oltre 14 anni) è stato ottenuto con questa strategia configurativa.
Attualmente vi è una riscoperta , a livello mondiale, dell’olio come unica fonte di controllo del rot in omaggio all’aurea regola; KIS (keep it simple= viva la semplicità).



|
 
NEWS DI DICEMBRE




La Corvina

Album fotografico anno 2017
EBAY


DISCUSSIONI RECENTI


ANSA NEWS


MAPPA DEL SITO


Home | Il Sarago nel Surf Casting | La Tenuta al Moto Ondoso | Long Arm clippato by GCB | Pocket Beach | Tempesta Perfetta | I magnifici 5 | Coaster in Nylon occhio al taglio | Scelta della postazione | I piombi nel Surfcasting | Il Fluocarbon nel Surfcasting | Primi approcci - configurazione rotante | Sfielttatore e Filo Elastico | Night and Day | I travi da pesca | Lo Shock Leader | Scelta Attrezzatura - Citazioni 1º | Condimeteo 3 | Condimeteo 2 | Condimeteo 1 | La Mareggiata | Obbiettivo Spigola! | Pelagici da riva... | Orate nel tirreno | Questioni di piombo | Maver Elite 190 | Daiwa 6 HM | Italcanna Fireball S1 | Penn 525 xtra Mag | Century Tornado Match and Sport | Century Tornado lite | Penn serie 525 | Ami, disaminiamo... | TRIO Compact BadBass Technology | SHIMANO BIOMASTER GTX 8000 | Zaino da pesca Fisherbagstore | Manutenzione dei mulinelli | Costruiamo un lead lift | Barretta conversione 6hm | Realiz. stampi cono-piramide 2º | Il Porta finali | Realiz. stampi cono-piramide 1º | Fonderia Cataudo | Modifica zaino FisherbagStore | Lo Sparviero, snodo multifunzionale | Bait Clip | Terminale per il Serra | Costruiamo il Bait Clip | Risparmiamo sui floater! | Stopper alternativo | Recuperiamo i floater | Prolunga del paletto | Costruzione del paletto | Cuscinetti | Oli e Lubrificazione | Costruzione di una palla da lancio | La meccanica dei freni magnetici | Daiwa Millionaire Tournament 7HT | Conversione AMBASSADEUR da cl a ct | Il sistema mag dei rotanti | Analisi rotture canne durante il lancio | Cenni storici, tributo a Lievanais | Guida all uso del rotante | Gli ami  | Daiwa Sealine 30 H | Teleferica: innesco del vivo | Gronghi and co. | La teleferica | Sostituzione boccole per il fisso | Piombo a perdere | 2 Ami per il vivo | Il Galleggiante ascensore | La Cassetta da Pesca | Il Mulinello a Bobina Fissa | Surf fishing e Beachledgering | Mormore, mormore, mormore... | Innescare il pastone | Il pastone | Cefalara Messinese | Come modificare una canna  | Rod Dryer fai da te | Composizione di uno starlight | Pasturatori Pesanti | Segnalatore d abboccata | Divergente per piombo scorrevole | Costruiamo un Tripode... | Stendi finali | Eging | Spinner Bait | Ritorno al Passato | GOMMA E SEABASS | Tabelle di Conversione | Lo Spinning | Freddo da Calamari | Alice s minnow 175 di Bluspin | Max Rap | Minnow Hart | Minnow  | Minnow Youzuri | Minnonw Sakai Lures | Wood n sunfish | Cranky-m | Wood n slither | V-Crank | Midive minnow | Live popper | Wood n minnow | Moran pencil | Dumbbell popper | V-Joint | Bubble popper | Artificiali: Top water and Minnow | Testa piombata con paletta per esche siliconiche | Anelli faidate | Imbobinatore fai da te | Autocostr. manico anna da spinning 2º | Spinner bait parte 2° | Spinner bait parte 1° | Come legare un anello | Jig da mare parte 2° | Jig da mare parte 1° | Anellatura Artificiali | Autocostr. manico canna da spinning | Alternativa legatura piume | A prova di martello | Rattlins fai da te | Filosa per alaccia (lana) | Filosa per alaccia (silicone) | Il salva esche artificiali | Pesca all’aguglia con la bombarda | Misurare il Fondale | Galleggiante e pasturatore 2°Parte | Galleggiante e pasturatore | Reggicanna da banchina | Appendici reggicanna | La Pastura | Pescare all Inglese | La Tecnica della Bolognese | La bombarda | Taratura dei gallegianti | Galleggianti da Inglese | Galleggianti da Bolognese | Il Cavalletto | Piombatura a scalare per lenza a mano | Gli ami per la traina | La canna da Traina | Traina e Battere il Calamaro | L alaccia reperimento e innesco | La Piombatura Frazionata  | L aguglia reperimento e innesco  | Il mulinello da traina | Traina alla Leccia Amia | Traina al Dentice | Equilibrare un artificiale | Artificiali da traina | Piombi per la traina | Come agganciare il piombo guardiano | Traina con piombo guardiano | Traina alle aguglie | Traina di profonditá con il Monel | Traina di Profondità, Affondatore o Downrigger | Everol T-SHOT 20 | SGANCIO RAPIDO QUICK RELEASE | SGANCIO RAPIDO | Sgancio Rapido Per il Piombo Guardiano | Il Piombo a sgancio rapido faidate | Costruzione terminale per il vivo 2º | Costruzione terminale per il vivo 1º | La vasca per il vivo | Traina da terra: Il barchino | Palamito a vela var. trapanese | Pesca con la Caloma 2º | Pesca con la Caloma 1º | Pesca al Pagro nello Stretto di Messina | A Saraghi col palamito | Il vertical jigging | Il Fasolare | Lo Sgombro | Cannolicchio | Oloturia e sua preparazione | Sugarello | Bibi (Spinculus nudus) | Bigattino | Travi | Esplosi | Nodi | La Corvina | La Cernia | Il Cefalo | La Boga | Alletterato | Aguglia | Alalunga | La Lampuga | La biologa risponde | Risposta per mimmop67 | Capo Peloro (ME) | Marina di Melilli | Spinesante (ME) | Santa Croce Camerina (RG) | Penisola Magnisi | Caponegro | Ognina di Siracusa | Catania: dalla Playa al porto di Ognina | Reports | Uno,due,tre...Serra! | Estate da sogno | A traina in cerca di emozioni | Aiolata | Il saragone | Quattro siculi in trasferta | Rotolando verso sud... | Il mio solito sauro... | Scaduta bellissima | Sabato di spettacolo! | A Spinning con Rocco | A pesca con Rocco! | Un amore di Cappotto | Blitz a Mortelle (ME) | Pescata a Lipari | Storia di un amore (Love fishing) | Sciroccata amara | Patti, fastidioso vento laterale! | Un tranquillo week-end di pesca | Events | Evento del 26/05/2006 | Evento del 30/09/2006 | Evento del 20/01/2007 | Evento del 19/05/2007 | Evento del 23/08/2007 | Evento del 14/10/2007 | Evento del 27/10/2007 | Evento del 17/05/2008 | Evento del 25/10/2008 | Evento del 28/03/2009 | Evento del 22/11/2009 | Evento del 03/07/2010 | Evento del 17/10/2010 | Evento del 08/05/2011 | Evento del 20/10/2013 | Evento del 09/02/2014 | Evento del 04/04/2015 | Evento del 04/05/2015 | Evento del 04/06/2015 | Evento del 04/07/2015 | Album fotografico anno 2005 | Album fotografico anno 2006 | Album fotografico anno 2007 | Album fotografico anno 2008 | Album fotografico anno 2009 | Album fotografico anno 2010 | Album fotografico anno 2011 | Album fotografico anno 2012 | Album fotografico anno 2013 | Album fotografico anno 2014 | Album fotografico anno 2015 | Album fotografico anno 2016 | Album fotografico anno 2017 | Paesaggi | Meteo | Downloads | Video | Links | Chat | Forum | Facebook | Contatti | Copyright
Booking.com
Pescare in Sicilia per i tuoi soggiorni consiglia: PrenotareinSicilia | PrenotareinItalia | PrenotareinEuropa
Pescare in Sicilia
All rights reserved
2006-2016
Risoluzione minima consigliata
1280x800

FORUM



Litorale di San Saba - Messina
LINK SUGGERITI


NINO SCOLLA & GIUSEPPE



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
Siamo Online
da 4277 giorni, 8 ore e 10 minuti
Agrigento Caltanissetta Catania
Enna Messina Palermo
Ragusa Siracusa Trapani

Cefalu Taormina Isole Eolie
GOOGLE



Web pescareinsicilia.it

MASSIMO



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
CONTATTACI


Nome

Email

Testo


MARCO



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it

www.itineraridipesca.it

TOPSITE PESCA DEPORTIVA


Ultimo aggiornamento
2/05/17 10:00

Google+