ARTICOLI
 
Luglio 2006
Pelagici da riva...
Michele D Auria





Nel termine “pelagici” (pesci di alto mare) viene tradizionalmente ricompreso una vasta etereogenità di specie; palamite , tunnidi, serra, lampughe, amia, ricciole, barracuda e aluzzo. Il comportamento di queste specie era per molti versi misterioso; ricompaiono sotto costa per pochi mesi all’anno per poi scomparire nel nulla. In realtà , negli ultimi anni, si è scoperto che , ad esempio, le ricciole non abbandonano le secche ma si spostano in quelle più profonde dove continuano a predare al limite tra la roccia e il fango. Il comportamento di altre specie di pelagici invece si è modificato negli ultimi 10 anni a causa dell’innalzamento della temperatura terrestre. I serra ormai accostano a maggio e ci lasciano a fine ottobre, in determinate zone del sud italia -caratterizzate da una miriade di foci d’acqua e dalla, susseguente, costante presenza di pesce-foraggio - sono stanziali per tutto l’anno in barba al termoclino e alla temperatura dell’acqua sotto costa. Le specie di pelagici più insidiate da terra sono essenzialmente tre; serra, amia e lampughe (tralascio gli sgombri, lacerti e lecce- stella perché sono ottimi pesci-esca per le suddette tre specie). Sono insidiabili sia dalla spiaggia (dove , sia detto per inciso, la profondità della stessa non incide sulla possibilità di catture multiple), sia dalle rocce che dalle foci.
Il comportamento delle suddette tre specie è simile; raggiungono grosse dimensioni (circa 11 kg per il serra, record mondiale IGFA all tackle di 15 kili, oltre 30 per la amia, stessa taglia del serra per la lampuga) sono pesci da alta pressione (bel tempo), cacciano a vista (quindi di giorno o con luna piena), sono in grado di ingurgitare pesci esca di dimensioni molto sostenute. Una differenza sostanziale tra i tre è che il serra ama la luna piena, le altre due specie sono inattive di notte.
Ma la vera differenza tra i pelagici in genere e altre specie di pesci è nel combattimento. I pelagici producono emozioni fortissime al pescatore , lottano fino allo sfinimento producendosi in partenze al fulmicotone e salti fuori dall’acqua. Cominciamo dagli attrezzi. Sfatiamo subito una diceria. Ci vogliono canne potenti ma pastose, una canna troppo rigida allunga la leva a favore del pesce perché non si deforma meccanicamente nel combattimento (eccovi spiegato perché le canne da traina sono corte). Per i mulinelli fisso o rotante non fa differenza; l’importante è la modulabilità della pressione, gettonatissimi i mitici Mitchell 498, Daiwa Millionmax , Daiwa BG , Penn SS, Ultegra, una capienza di circa 200 mt del 50 è d’uopo per l’amia, per il serra/lampuga (se il manico è di quelli buoni) si può scendere anche al 25 in bobina, Comunque è opinione dello scrivente che il rotante abbia , specie in questa tecnica di pesca, una marcia in più rispetto al fisso; ciò non vuol dire che con i fissi non sia possibile catturare fior di pesci, tuttaltro.
Circa gli ami si spazia dal n. 1 (per pesci-esca di dimensioni contenute alle prese con pelagici diffidenti) al 7/0, con la misura 3/0 più usata in assoluto, i modelli sono essenzialmente due; ‘O Shaug per i tranci, live bait o beak per esca viva. Un cenno al materiale; il rispetto verso il pesce esige che venga usato il carbonio (filo doppio) al posto dell’acciaio inox, sportività innanzitutto; se ci sfugge il pesce perché condannarlo a passare tutta la vita con un amo in acciaio infisso nel corpo? La tattica di pesca (e la conseguente travistica) varia di molto a secondo del luogo di pesca: palloncino e/o galleggiante in deriva (foce o vento di terra), LA basso, Pezzetto Heavy Metal, teleferica.
Attenzione all’uso della specie del pesce-esca con la teleferica; il cefalo ha la brutta abitudine di spiaggiarsi quando viene attaccato dal predone pelagico! Ottima la mobilità (e i riflessi luminosi) della stella e dell’aguglia, Ma qualsiasi pesce esca va bene: salpe, saraghi , boghe grosse, occhiate (strepitose nelle poste vicino a promontori). Importante ,a mio parere, è il settaggio della frizione dei mulinelli a secco (nel garage) mediante semplici bottiglie d’acqua in plastica , ringrazieremo di non averlo fatto mentre un treno ci svuota il rot :-) un 50% del carico di rottura allo strike mi sembra un buon compromesso, soprattutto ricordiamoci una regola semplice semplice: quando il pesce tira noi non dobbiamo tirare a nostra volta. Aspettiamo che si fermi per ossigenarsi e recuperiamo il filo che ci ha sbobinato, “il pesce grosso deve schiattare a mare” si dice dalle mie parti. Per evitare i salti (anche se a me piace vedere il pelagico saltare uso marlin) basta non combattere con la canna in verticale ma parallela all’acqua.
Un’altra cosa, quando il pesce è nelle vicinanze della battigia controllate sempre che l’angolo tra il filo e la cima della canna non sia mai inferiore a 90° altrimenti rischiate di spezzare il cimino della canna...



|
 
NEWS DI AGOSTO




La Corvina

Album fotografico anno 2017
EBAY


DISCUSSIONI RECENTI


ANSA NEWS


MAPPA DEL SITO


Home | Il Sarago nel Surf Casting | La Tenuta al Moto Ondoso | Long Arm clippato by GCB | Pocket Beach | Tempesta Perfetta | I magnifici 5 | Coaster in Nylon occhio al taglio | Scelta della postazione | I piombi nel Surfcasting | Il Fluocarbon nel Surfcasting | Primi approcci - configurazione rotante | Sfielttatore e Filo Elastico | Night and Day | I travi da pesca | Lo Shock Leader | Scelta Attrezzatura - Citazioni 1º | Condimeteo 3 | Condimeteo 2 | Condimeteo 1 | La Mareggiata | Obbiettivo Spigola! | Pelagici da riva... | Orate nel tirreno | Questioni di piombo | Maver Elite 190 | Daiwa 6 HM | Italcanna Fireball S1 | Penn 525 xtra Mag | Century Tornado Match and Sport | Century Tornado lite | Penn serie 525 | Ami, disaminiamo... | TRIO Compact BadBass Technology | SHIMANO BIOMASTER GTX 8000 | Zaino da pesca Fisherbagstore | Manutenzione dei mulinelli | Costruiamo un lead lift | Barretta conversione 6hm | Realiz. stampi cono-piramide 2º | Il Porta finali | Realiz. stampi cono-piramide 1º | Fonderia Cataudo | Modifica zaino FisherbagStore | Lo Sparviero, snodo multifunzionale | Bait Clip | Terminale per il Serra | Costruiamo il Bait Clip | Risparmiamo sui floater! | Stopper alternativo | Recuperiamo i floater | Prolunga del paletto | Costruzione del paletto | Cuscinetti | Oli e Lubrificazione | Costruzione di una palla da lancio | La meccanica dei freni magnetici | Daiwa Millionaire Tournament 7HT | Conversione AMBASSADEUR da cl a ct | Il sistema mag dei rotanti | Analisi rotture canne durante il lancio | Cenni storici, tributo a Lievanais | Guida all uso del rotante | Gli ami  | Daiwa Sealine 30 H | Teleferica: innesco del vivo | Gronghi and co. | La teleferica | Sostituzione boccole per il fisso | Piombo a perdere | 2 Ami per il vivo | Il Galleggiante ascensore | La Cassetta da Pesca | Il Mulinello a Bobina Fissa | Surf fishing e Beachledgering | Mormore, mormore, mormore... | Innescare il pastone | Il pastone | Cefalara Messinese | Come modificare una canna  | Rod Dryer fai da te | Composizione di uno starlight | Pasturatori Pesanti | Segnalatore d abboccata | Divergente per piombo scorrevole | Costruiamo un Tripode... | Stendi finali | Eging | Spinner Bait | Ritorno al Passato | GOMMA E SEABASS | Tabelle di Conversione | Lo Spinning | Freddo da Calamari | Alice s minnow 175 di Bluspin | Max Rap | Minnow Hart | Minnow  | Minnow Youzuri | Minnonw Sakai Lures | Wood n sunfish | Cranky-m | Wood n slither | V-Crank | Midive minnow | Live popper | Wood n minnow | Moran pencil | Dumbbell popper | V-Joint | Bubble popper | Artificiali: Top water and Minnow | Testa piombata con paletta per esche siliconiche | Anelli faidate | Imbobinatore fai da te | Autocostr. manico anna da spinning 2º | Spinner bait parte 2° | Spinner bait parte 1° | Come legare un anello | Jig da mare parte 2° | Jig da mare parte 1° | Anellatura Artificiali | Autocostr. manico canna da spinning | Alternativa legatura piume | A prova di martello | Rattlins fai da te | Filosa per alaccia (lana) | Filosa per alaccia (silicone) | Il salva esche artificiali | Pesca all’aguglia con la bombarda | Misurare il Fondale | Galleggiante e pasturatore 2°Parte | Galleggiante e pasturatore | Reggicanna da banchina | Appendici reggicanna | La Pastura | Pescare all Inglese | La Tecnica della Bolognese | La bombarda | Taratura dei gallegianti | Galleggianti da Inglese | Galleggianti da Bolognese | Il Cavalletto | Piombatura a scalare per lenza a mano | Gli ami per la traina | La canna da Traina | Traina e Battere il Calamaro | L alaccia reperimento e innesco | La Piombatura Frazionata  | L aguglia reperimento e innesco  | Il mulinello da traina | Traina alla Leccia Amia | Traina al Dentice | Equilibrare un artificiale | Artificiali da traina | Piombi per la traina | Come agganciare il piombo guardiano | Traina con piombo guardiano | Traina alle aguglie | Traina di profonditá con il Monel | Traina di Profondità, Affondatore o Downrigger | Everol T-SHOT 20 | SGANCIO RAPIDO QUICK RELEASE | SGANCIO RAPIDO | Sgancio Rapido Per il Piombo Guardiano | Il Piombo a sgancio rapido faidate | Costruzione terminale per il vivo 2º | Costruzione terminale per il vivo 1º | La vasca per il vivo | Traina da terra: Il barchino | Palamito a vela var. trapanese | Pesca con la Caloma 2º | Pesca con la Caloma 1º | Pesca al Pagro nello Stretto di Messina | A Saraghi col palamito | Il vertical jigging | Il Fasolare | Lo Sgombro | Cannolicchio | Oloturia e sua preparazione | Sugarello | Bibi (Spinculus nudus) | Bigattino | Travi | Esplosi | Nodi | La Corvina | La Cernia | Il Cefalo | La Boga | Alletterato | Aguglia | Alalunga | La Lampuga | La biologa risponde | Risposta per mimmop67 | Capo Peloro (ME) | Marina di Melilli | Spinesante (ME) | Santa Croce Camerina (RG) | Penisola Magnisi | Caponegro | Ognina di Siracusa | Catania: dalla Playa al porto di Ognina | Reports | Uno,due,tre...Serra! | Estate da sogno | A traina in cerca di emozioni | Aiolata | Il saragone | Quattro siculi in trasferta | Rotolando verso sud... | Il mio solito sauro... | Scaduta bellissima | Sabato di spettacolo! | A Spinning con Rocco | A pesca con Rocco! | Un amore di Cappotto | Blitz a Mortelle (ME) | Pescata a Lipari | Storia di un amore (Love fishing) | Sciroccata amara | Patti, fastidioso vento laterale! | Un tranquillo week-end di pesca | Events | Evento del 26/05/2006 | Evento del 30/09/2006 | Evento del 20/01/2007 | Evento del 19/05/2007 | Evento del 23/08/2007 | Evento del 14/10/2007 | Evento del 27/10/2007 | Evento del 17/05/2008 | Evento del 25/10/2008 | Evento del 28/03/2009 | Evento del 22/11/2009 | Evento del 03/07/2010 | Evento del 17/10/2010 | Evento del 08/05/2011 | Evento del 20/10/2013 | Evento del 09/02/2014 | Evento del 04/04/2015 | Evento del 04/05/2015 | Evento del 04/06/2015 | Evento del 04/07/2015 | Album fotografico anno 2005 | Album fotografico anno 2006 | Album fotografico anno 2007 | Album fotografico anno 2008 | Album fotografico anno 2009 | Album fotografico anno 2010 | Album fotografico anno 2011 | Album fotografico anno 2012 | Album fotografico anno 2013 | Album fotografico anno 2014 | Album fotografico anno 2015 | Album fotografico anno 2016 | Album fotografico anno 2017 | Paesaggi | Meteo | Downloads | Video | Links | Chat | Forum | Facebook | Contatti | Copyright
Booking.com
Pescare in Sicilia per i tuoi soggiorni consiglia: PrenotareinSicilia | PrenotareinItalia | PrenotareinEuropa
Pescare in Sicilia
All rights reserved
2006-2016
Risoluzione minima consigliata
1280x800

FORUM



Litorale di San Saba - Messina
LINK SUGGERITI


GIUSEPPE



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
Siamo Online
da 4161 giorni, 17 ore e 26 minuti
Agrigento Caltanissetta Catania
Enna Messina Palermo
Ragusa Siracusa Trapani

Cefalu Taormina Isole Eolie
GOOGLE



Web pescareinsicilia.it

MIMMO & SANTO



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
CONTATTACI


Nome

Email

Testo


GIUSEPPE



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it

www.itineraridipesca.it

TOPSITE PESCA DEPORTIVA


Ultimo aggiornamento
2/05/17 10:00

Google+