ARTICOLI
 
Marzo 2010
Gli ami
Tino Parisi






C’è un oggetto,facente parte della nostra attrezzatura,di cui non possiamo proprio farne a meno,in nessuna delle techniche di pesca,siano esse dedicate ai piccoli pesciolini come ai tonni giganti,un oggetto su cui,in linea di massima,si fonda il principio della cattura della nostra preda.Stiamo parlando dell’amo,l’uncino in materiale ferroso con cui terminano i nostri braccioli,quello che,coperto da un esca,tradisce il pesce che la mangia.L’amo è forse l’attrezzo da pesca più antico,senza di esso o meglio senza il suo progenitore,i nostri antenati non avrebbero potuto catturare i pesci…credo che sìa doveroso ringraziare l’ignoto inventore dell’oggetto che ancora oggi,logicamente con i dovuti aggiornamenti,ci permette di dilettarci nell’arte della pesca.
Esistono svariati tipi di ami,diversi per forma,materiale di costruzione,tipo di punta e destinazione d’uso.

DI COSA E’ FATTO?

I moderni ami da pesca,sono costituiti da acciaio additivato al carbonio,ma possono anche essere costruiti in acciaio o acciaio inox,che ricordo,altro non è che una lega.E’ da tenere presente che,comunque,il materiale di costruzione incide sul peso del nostro uncino.Un amo con alta percentuale di carbonio a parità di misura,pesa meno di uno in acciaio(diciamo “puro“),ma flette più facilmente,resiste meno agli effetti corrosivi degli agenti atmosferici,ma è più affilato,anche se si spunta più facilmente.Non c’è un amo perfetto,ognuno ha pro e contro.

LE FORME.

Di fronte all’enorme quantità di ami disponibili nei negozi,molti si trovano a dover affrontare un momento di altissima perplessità…a parte la miriade di varianti,le forme canoniche non sono molte,ognuna possiede comunque una sua ragion d’essere ed una diversa destinazione d’uso.

-CRYSTAL:l’amo che tutti conoscono,il generico per eccellenza,gambo di lunghezza media,a filo sottile,storto,generalmente nichelato,punta a spillo,viene usato per le tecniche leggere e per innescare vermi,tocchetti di gambero e generalmente esche di ridotta grandezza,la forma della curvatura contribuisce a trattenere l’esca.
Si usa generalmente per innescare vermi e piccoli tranci e per la cattura di pesci di taglia non importante.

-BEACK:l’amo da masticazione,quello per grossi calibri,gambo corto,filo grosso,punta rientrante,che gli consente di trovare sicuro appiglio nella bocca della preda,è un amo definito da assaggio.La tecnica che lo vede sul gradino più alto è il surfcasting,ricoperto da grossi inneschi,non teme niente (tranne le mascelle dell’orata),nelle misure zerate fa da piercing ai pesci esca.E’ un amo relativamente pesante,ma all’interno di esche pesanti,tranci di pesce,di grossi vermi,calamari ecc la preda non riesce ad apprezzarne il peso,difetto che compensa con la robustezza.Solitamente ad anello,ma si trova anche a paletta.
Si usa generalmente per innescare le esche che vengono masticate o dov’è richiesta un assoluta robustezza,quindi per la pesca a grosse prede o comunque,prede che possiedono un apparato boccale particolare,come l’orata,che tendono a distruggere altri tipi di uncino.E’ comunque un amo che va inserito dentro esche pesanti,per mascherarne il peso.Denota anche un elevato potere autoferrante,sempre che il complesso pescante sia correttamente in tensione.

-ABERDEEN:l’amo da verme,gambo extra lungo,che serve da intelaiatura all’innesco di anellidi,curva tonda,punta corta,si può trovare sia a paletta che a micro occhiello,ma ce n’è anche una versione con solo una zigrinatura nella parte bassa del gambo,su cui dovrebbe far presa il nodo,solitamente uno snelling a hook.E’ molto leggero ma parimenti delicato,si apre facilmente e molleggia,sconsigliato per prede di un certo peso.
Si usa generalmente per l’innesco di vermi.La sua leggerezza,non inficia la presentazione di esche di peso ridotto,arenicola in primis.Viene comunque usato anche per l’innesco di tranci.

-O’SHAUGNESSY:si può dire che sia un crystal da combattimento,dritto,con occhiello,costruito in acciaio,usato quasi solamente nel surf casting.
Si usa generalmente in accoppiata al beack,ne condivide infatti la robustezza strutturale,è comunque un amo da ingoio e solitamente farcisce esche di una certa lunghezza.

-CIRCLE HOOK:ecco uno degli ami più strani in commercio,guardandolo non si riesce a capire come possa infiggersi in un apparato boccale,l’autoferrante x eccellenza,usato di solito nella traina.Per funzionare a dovere non deve essere legato come un amo qualunque,ma bensi montato in un asola,in modo da essere libero di girare e trovare il proprio appiglio,nel lato della bocca,l’esca sarà montata tipo air rig,o comunque in modo da lasciare la punta completamente scoperta.Quest’amo non richiede nessun tipo di ferrata,che anzi,risulta controproducente.
Si usa poco nelle techniche da riva,ancora in fase di prova …



La carrellata di ami non finisce qui,ne troviamo di svariate forme,materiali,colori.Quelle sopra riportate sono solo le forme più diffuse,quelle che tutti devono,o almeno dovrebbero,conoscere e saper usare.

Le punte

Un cenno lo meritano le punte,o meglio la loro affilatura e qualche loro caratteristica peculiare.Abbiamo ad esempio,punte corte,punte lunghe,punte curve,ma abbiamo anche punte a coltello,con sezione schiacciata,punte cutting,con sezione sommariamente stellare (stella a tre punte) e chissà quante altre ne inventeranno.Quello che però è fondamentale è l’affilatura,che oggi viene ottenuta tramite erosione chimica.Con questo procedimento l’affilatura è superiore a qualunque affilatura meccanica,anche se molti di noi persistono nell’affilare i propri ami con una pietra anche quando non ce ne sarebbe bisogno.E’ inutile spiegare perché un amo dev’essere molto affilato,da lui e dal suo potere di penetrazione dipende l’esito della abboccata.



Consigli:

Non scegliamo l’amo solamente in base all‘esca,ma anche in base al pesce insidiato,sia come misura che come forma.

Non bisogna avere paura di eccedere nella misura(sempre nei limiti s’intende),meglio una misura in più che una in meno.

Non risparmiamo sugli ami,sono la base della nostra attrezzatura.

Non li utilizziamo più di una pescata e cambiamoli dopo la cattura di un grosso pesce,non si sa mai,si potrebbe essere rovinata l’affilatura della punta e/o la struttura potrebbe aver subito microtraumi o stress vari.

Il pesce non è stupido,conosce il peso dell’esca e la forza che ci vuole per aspirarla o sollevarla dal fondo,quindi non usiamo un beack 1/0 per innescare l’arenicola.



Tino Parisi-fumo78



|
 
NEWS DI DICEMBRE




La Corvina

Album fotografico anno 2017
EBAY


DISCUSSIONI RECENTI


ANSA NEWS


MAPPA DEL SITO


Home | Il Sarago nel Surf Casting | La Tenuta al Moto Ondoso | Long Arm clippato by GCB | Pocket Beach | Tempesta Perfetta | I magnifici 5 | Coaster in Nylon occhio al taglio | Scelta della postazione | I piombi nel Surfcasting | Il Fluocarbon nel Surfcasting | Primi approcci - configurazione rotante | Sfielttatore e Filo Elastico | Night and Day | I travi da pesca | Lo Shock Leader | Scelta Attrezzatura - Citazioni 1º | Condimeteo 3 | Condimeteo 2 | Condimeteo 1 | La Mareggiata | Obbiettivo Spigola! | Pelagici da riva... | Orate nel tirreno | Questioni di piombo | Maver Elite 190 | Daiwa 6 HM | Italcanna Fireball S1 | Penn 525 xtra Mag | Century Tornado Match and Sport | Century Tornado lite | Penn serie 525 | Ami, disaminiamo... | TRIO Compact BadBass Technology | SHIMANO BIOMASTER GTX 8000 | Zaino da pesca Fisherbagstore | Manutenzione dei mulinelli | Costruiamo un lead lift | Barretta conversione 6hm | Realiz. stampi cono-piramide 2º | Il Porta finali | Realiz. stampi cono-piramide 1º | Fonderia Cataudo | Modifica zaino FisherbagStore | Lo Sparviero, snodo multifunzionale | Bait Clip | Terminale per il Serra | Costruiamo il Bait Clip | Risparmiamo sui floater! | Stopper alternativo | Recuperiamo i floater | Prolunga del paletto | Costruzione del paletto | Cuscinetti | Oli e Lubrificazione | Costruzione di una palla da lancio | La meccanica dei freni magnetici | Daiwa Millionaire Tournament 7HT | Conversione AMBASSADEUR da cl a ct | Il sistema mag dei rotanti | Analisi rotture canne durante il lancio | Cenni storici, tributo a Lievanais | Guida all uso del rotante | Gli ami  | Daiwa Sealine 30 H | Teleferica: innesco del vivo | Gronghi and co. | La teleferica | Sostituzione boccole per il fisso | Piombo a perdere | 2 Ami per il vivo | Il Galleggiante ascensore | La Cassetta da Pesca | Il Mulinello a Bobina Fissa | Surf fishing e Beachledgering | Mormore, mormore, mormore... | Innescare il pastone | Il pastone | Cefalara Messinese | Come modificare una canna  | Rod Dryer fai da te | Composizione di uno starlight | Pasturatori Pesanti | Segnalatore d abboccata | Divergente per piombo scorrevole | Costruiamo un Tripode... | Stendi finali | Eging | Spinner Bait | Ritorno al Passato | GOMMA E SEABASS | Tabelle di Conversione | Lo Spinning | Freddo da Calamari | Alice s minnow 175 di Bluspin | Max Rap | Minnow Hart | Minnow  | Minnow Youzuri | Minnonw Sakai Lures | Wood n sunfish | Cranky-m | Wood n slither | V-Crank | Midive minnow | Live popper | Wood n minnow | Moran pencil | Dumbbell popper | V-Joint | Bubble popper | Artificiali: Top water and Minnow | Testa piombata con paletta per esche siliconiche | Anelli faidate | Imbobinatore fai da te | Autocostr. manico anna da spinning 2º | Spinner bait parte 2° | Spinner bait parte 1° | Come legare un anello | Jig da mare parte 2° | Jig da mare parte 1° | Anellatura Artificiali | Autocostr. manico canna da spinning | Alternativa legatura piume | A prova di martello | Rattlins fai da te | Filosa per alaccia (lana) | Filosa per alaccia (silicone) | Il salva esche artificiali | Pesca all’aguglia con la bombarda | Misurare il Fondale | Galleggiante e pasturatore 2°Parte | Galleggiante e pasturatore | Reggicanna da banchina | Appendici reggicanna | La Pastura | Pescare all Inglese | La Tecnica della Bolognese | La bombarda | Taratura dei gallegianti | Galleggianti da Inglese | Galleggianti da Bolognese | Il Cavalletto | Piombatura a scalare per lenza a mano | Gli ami per la traina | La canna da Traina | Traina e Battere il Calamaro | L alaccia reperimento e innesco | La Piombatura Frazionata  | L aguglia reperimento e innesco  | Il mulinello da traina | Traina alla Leccia Amia | Traina al Dentice | Equilibrare un artificiale | Artificiali da traina | Piombi per la traina | Come agganciare il piombo guardiano | Traina con piombo guardiano | Traina alle aguglie | Traina di profonditá con il Monel | Traina di Profondità, Affondatore o Downrigger | Everol T-SHOT 20 | SGANCIO RAPIDO QUICK RELEASE | SGANCIO RAPIDO | Sgancio Rapido Per il Piombo Guardiano | Il Piombo a sgancio rapido faidate | Costruzione terminale per il vivo 2º | Costruzione terminale per il vivo 1º | La vasca per il vivo | Traina da terra: Il barchino | Palamito a vela var. trapanese | Pesca con la Caloma 2º | Pesca con la Caloma 1º | Pesca al Pagro nello Stretto di Messina | A Saraghi col palamito | Il vertical jigging | Il Fasolare | Lo Sgombro | Cannolicchio | Oloturia e sua preparazione | Sugarello | Bibi (Spinculus nudus) | Bigattino | Travi | Esplosi | Nodi | La Corvina | La Cernia | Il Cefalo | La Boga | Alletterato | Aguglia | Alalunga | La Lampuga | La biologa risponde | Risposta per mimmop67 | Capo Peloro (ME) | Marina di Melilli | Spinesante (ME) | Santa Croce Camerina (RG) | Penisola Magnisi | Caponegro | Ognina di Siracusa | Catania: dalla Playa al porto di Ognina | Reports | Uno,due,tre...Serra! | Estate da sogno | A traina in cerca di emozioni | Aiolata | Il saragone | Quattro siculi in trasferta | Rotolando verso sud... | Il mio solito sauro... | Scaduta bellissima | Sabato di spettacolo! | A Spinning con Rocco | A pesca con Rocco! | Un amore di Cappotto | Blitz a Mortelle (ME) | Pescata a Lipari | Storia di un amore (Love fishing) | Sciroccata amara | Patti, fastidioso vento laterale! | Un tranquillo week-end di pesca | Events | Evento del 26/05/2006 | Evento del 30/09/2006 | Evento del 20/01/2007 | Evento del 19/05/2007 | Evento del 23/08/2007 | Evento del 14/10/2007 | Evento del 27/10/2007 | Evento del 17/05/2008 | Evento del 25/10/2008 | Evento del 28/03/2009 | Evento del 22/11/2009 | Evento del 03/07/2010 | Evento del 17/10/2010 | Evento del 08/05/2011 | Evento del 20/10/2013 | Evento del 09/02/2014 | Evento del 04/04/2015 | Evento del 04/05/2015 | Evento del 04/06/2015 | Evento del 04/07/2015 | Album fotografico anno 2005 | Album fotografico anno 2006 | Album fotografico anno 2007 | Album fotografico anno 2008 | Album fotografico anno 2009 | Album fotografico anno 2010 | Album fotografico anno 2011 | Album fotografico anno 2012 | Album fotografico anno 2013 | Album fotografico anno 2014 | Album fotografico anno 2015 | Album fotografico anno 2016 | Album fotografico anno 2017 | Paesaggi | Meteo | Downloads | Video | Links | Chat | Forum | Facebook | Contatti | Copyright
Booking.com
Pescare in Sicilia per i tuoi soggiorni consiglia: PrenotareinSicilia | PrenotareinItalia | PrenotareinEuropa
Pescare in Sicilia
All rights reserved
2006-2016
Risoluzione minima consigliata
1280x800

FORUM



Litorale di San Saba - Messina
LINK SUGGERITI


MARCO



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
Siamo Online
da 4277 giorni, 7 ore e 49 minuti
Agrigento Caltanissetta Catania
Enna Messina Palermo
Ragusa Siracusa Trapani

Cefalu Taormina Isole Eolie
GOOGLE



Web pescareinsicilia.it

ANTONIO



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
CONTATTACI


Nome

Email

Testo


MARCO



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it

www.itineraridipesca.it

TOPSITE PESCA DEPORTIVA


Ultimo aggiornamento
2/05/17 10:00

Google+