ARTICOLI
 
Novembre 2007
Surf fishing e Beachledgering
Marco Abate da Messina





Siamo in autunno, il mare ormai battuto dal costante vento che ne increspa la superficie, il cielo spesso coperto con avvisaglie di pioggia, il freddo che giunge imminente, fa capire che l’Estate è agli sgoccioli ed alle porte vi è l’autunno (e per la gioia di noi patiti del surfcasting anche l’arrivo delle mareggiate invernali…). Questi elementi sono solo alcuni di quelli che incrementano la costante voglia di mare e l’augurio di portare a secco ancora qualche specie ittica che predilige la stagione calda.
Proprio per queste ragioni nel presente articolo descriverò (come primo articolo di una lunga serie) gli attrezzi, accessori e possibili luoghi di pesca, insomma una prima infarinatura di due tecniche simili tra loro, ovvero il Beach Ledgering ed il Surf Fishing, ormai di uso comune nelle nostre spiagge e che sicuramente prediligono e fanno risultati nei periodi che vanno dalla primavera all’autunno.
In primis bisogna evidenziare che sia il surf fishing che il beach derivano direttamente dal Surfcasting, che com’è noto si pratica in condizioni meteo marine particolari. Nella fattispecie le due tecniche prevedono l’utilizzo di canne di grammatura compresa tra i 40 gr ed i 100 gr (o comunque attrezzi che giostrino bene questi range), ad azione prevalentemente di punta sia ad innesti che telescopiche. Vengono spesso fabbricate con cimini in fibra di vetro o carbonio pieno anche intercambiabili, in quanto con questi materiali si evidenziano anche le “tocche” più delicate. Detto ciò oserei raggruppare e definire le due tecniche come “pesca a fondo leggera”.

ATTREZZATURA ED ACCESSORI
Tralasciando l’aspetto delle canne da adottare in quanto brevemente trattato sopra, analizziamo gli accessori da adottare per intraprendere una delle due tecniche.
Mulinelli: solitamente si adottano quelli di taglia media dai 4000 ai 6000 in modo da non squilibrare le canne spesso molto leggere, di peso compreso tra 300 gr e 450 gr, con rapporto di recupero e cm per giro di manovella come da esempio: 5.7:1 (94 cm per giro di manovella) – 5.1:1 (82 cm per giro di manovella) – 4.9:1 (90 cm per giro di manovella) – 4.6:1 (80 cm per giro di manovella).
Quando vi è invece l’esigenza di tirar fuori qualche metro in più, come è noto, utilizzeremo dei mulinelli di grosse dimensioni ed a bobina larga di taglia da 8000 a 10000.
Fili da bobina: Prevalentemente utilizzeremo dei diametri dallo 0,18 allo 0,28, fili ad alto carico di rottura e che “tengano i nodi”, il diametro varia a seconda delle condizioni meteo marine, delle distanze di lancio ed anche dal piombo (problema ormai che non spaventa più nessuno dato che siamo anche troppo abituati a vedere pescare con piombi da 150 gr e 0,14/0,16 in bobina).
Shock Leader: L’uso dello SL è quasi sempre obbligatorio ed i diametri variano il funzione del piombo da lanciare e delle prestazioni della canna.
Quando in bobina si hanno diametri molto sottili per non stressare il nodo, vi consiglio vivamente l’uso di SL conici ovvero vengono venduti dalle case produttrici direttamente in spezzoni di lenza da 12 a 25 mt con il diametro di base che aumenta di sezione gradatamente fino a raggiungere la dimensione massima dichiarata sulla confezione, ecco alcuni esempi: 0,18/0,47 - 0,18/0,57 – 0,20/0,47 – 0,20/0,57 ecc ecc.
Vi sono comunque le eccezioni di non utilizzo e le più frequenti sono quando vi sono alghe e nella “pesca di ricerca nel sottoriva” ,nella quale utilizzeremo uno 0,25 o 0,28 diretto.
Fili da Terminali: Questo accessorio dovrà essere trattato con molta cura, infatti dobbiamo rammentare di pescare in acque spesso limpide, quindi è quasi scontato indicare l’uso di fili in Fluorocarbon, i diametri varieranno in funzione delle specie ittiche da insidiare. Durante le ore notturne potremo tranquillamente utilizzare Fluoro Coated (ovvero rivestito di fluoro carbon) o simili.
Ami: Per prede con “forza mascellare” e grande stazza (si spera) sicuramente sono consigliati gli ami a Beack ad occhiello della numerazione compresa tra n. 8 e n. 4. Per prede come i grufolatori o esche delicate è consigliato l’uso degli Aberdeen dal n. 10 al n. 4.
Calamenti: Sicuramente non vi sono segreti o chissà che, infatti utilizzeremo i classici finali da Surf con l’accuratezza di ridimensionare i diametri dei fili, ovvero:
Pater noster (calamento doppio amo); Long arm (calamento monoamo). Scorrevole (calamento monoamo).
Per le specifiche visionare direttamente dal portare la pagina “tecniche – travi”
Picchetti e tripode: E’ essenziale “bloccare” le canne durante la pesca in maniera stabile, la soluzione ormai scontata ma non trascurabile è l’uso dei picchetti o dei tripodi (sul nostro portale vi è anche la descrizione di auto costruiti).
Piombi: Sicuramente è un argomento vastissimo ma che cercherò di riassumere in due grossi tronconi. Il primo comprende i piombi da distanza, il secondo i piombi da tenuta (che sicuramente non fanno al caso nostro), per i primi i nomi dei modelli più usati AB Uno, Roccotop, Tournament, Evolution, HCC, Tommy (ho trascritto i modelli della Fonderia Roma perché sono i più conosciuti); nelle grammature comprese tra i 40 gr ed i 100 gr.
Altro: In luoghi dove occorre avere tutto a portata di mano per velocizzare l’azione di pesca, prenderemo “in prestito” un accessorio da gara,ovvero la servitora che potremo utilizzare per appoggiare l’occorrente di uso comune, evitando quindi di aprire e chiudere la cassetta.
Da non trascurare le girelle che serviranno per costruire gli snodini dei nostri calamenti e legare il nostro bracciolo pescante (o terminale che dir si voglia). Dovranno essere di buona fattura e girare nel barilotto senza impedimenti, in modo da non dover fare un terminale ogni recupero in quanto con la loro rotazione scaricheranno quasi tutte le torsioni del terminale.
Spesso in alcuni litorali dobbiamo (per modo di dire) accontentarci dei pesci di galla o mezz’acqua (quali boghe, occhiate, leccie stella, aguglie ecc), è proprio in questo caso che usciremo dalla cassettina i flotter. Questo accessorio serve infatti a portare i nostri terminali “a galla” ovvero all’estensione massima del bracciolo utilizzato, in commercio ne esistono di svariate forme e colori ma la nostra scelta dovrà in primis essere basata sulla grandezza in quanto è proporzionale alla voluminosità dell’esca che utilizzeremo.

PREDE DA RICERCARE
E’ semplicissimo parlare delle prede da ricercare alla fine dell’estate ed in autunno, infatti pescando dalla spiaggia potremo imbatterci in quasi tutte le specie ittiche, ma generalmente (tralasciando i carangidi hehe) andremo in cerca di mormore, orate e se il luogo lo permette anche saraghi.

SPOT DA RICERCARE
Dato il periodo sicuramente i bagnanti son meno presenti ed è possibile che qualche pesciotto si avvicini nuovamente a riva. Detto ciò si prediligono spiagge con fondale misto e magari con qualche chiazza di poseidonia in modo da sperare nella cattura di saraghi, orate, viriole ecc; fondali sabbiosi/fangosi per le orate (immancabili in diversi tipi di fondi), mormore, triglie, gallinelle, pettini ecc…
Data la stagione un consiglio che adotto sempre è quello di farsi un bel tuffo ed osservare con la maschera lo spot prescelto in precedenza.

ESCHE
E’doveroso evidenziare che le esche regine di questi periodi sono il bibi (intramontabile in tutte le stagioni) e l’arenicola, però bisogna anche soffermarsi su quasi tutti gli anellidi tra i quali americano, mascone ecc anche le cozze sgusciate rendono bene. Vi raccomando solo di comprare le esche sempre con un criterio logico che è quello di luogo di pesca prescelto (e quindi la conoscenza dei fondali che troveremo come sabbioso, fangoso, misto ecc) ed esca, in quanto vi sono anellidi, molluschi ecc che crescono solo in determinati habitat.
Vi ricordo infine di presentare sempre le esche in maniera quasi maniacale data la limpidezza delle acque.



|
 
NEWS DI GIUGNO




La Corvina

Album fotografico anno 2017
EBAY


DISCUSSIONI RECENTI


ANSA NEWS


MAPPA DEL SITO


Home | Il Sarago nel Surf Casting | La Tenuta al Moto Ondoso | Long Arm clippato by GCB | Pocket Beach | Tempesta Perfetta | I magnifici 5 | Coaster in Nylon occhio al taglio | Scelta della postazione | I piombi nel Surfcasting | Il Fluocarbon nel Surfcasting | Primi approcci - configurazione rotante | Sfielttatore e Filo Elastico | Night and Day | I travi da pesca | Lo Shock Leader | Scelta Attrezzatura - Citazioni 1º | Condimeteo 3 | Condimeteo 2 | Condimeteo 1 | La Mareggiata | Obbiettivo Spigola! | Pelagici da riva... | Orate nel tirreno | Questioni di piombo | Maver Elite 190 | Daiwa 6 HM | Italcanna Fireball S1 | Penn 525 xtra Mag | Century Tornado Match and Sport | Century Tornado lite | Penn serie 525 | Ami, disaminiamo... | TRIO Compact BadBass Technology | SHIMANO BIOMASTER GTX 8000 | Zaino da pesca Fisherbagstore | Manutenzione dei mulinelli | Costruiamo un lead lift | Barretta conversione 6hm | Realiz. stampi cono-piramide 2º | Il Porta finali | Realiz. stampi cono-piramide 1º | Fonderia Cataudo | Modifica zaino FisherbagStore | Lo Sparviero, snodo multifunzionale | Bait Clip | Terminale per il Serra | Costruiamo il Bait Clip | Risparmiamo sui floater! | Stopper alternativo | Recuperiamo i floater | Prolunga del paletto | Costruzione del paletto | Cuscinetti | Oli e Lubrificazione | Costruzione di una palla da lancio | La meccanica dei freni magnetici | Daiwa Millionaire Tournament 7HT | Conversione AMBASSADEUR da cl a ct | Il sistema mag dei rotanti | Analisi rotture canne durante il lancio | Cenni storici, tributo a Lievanais | Guida all uso del rotante | Gli ami  | Daiwa Sealine 30 H | Teleferica: innesco del vivo | Gronghi and co. | La teleferica | Sostituzione boccole per il fisso | Piombo a perdere | 2 Ami per il vivo | Il Galleggiante ascensore | La Cassetta da Pesca | Il Mulinello a Bobina Fissa | Surf fishing e Beachledgering | Mormore, mormore, mormore... | Innescare il pastone | Il pastone | Cefalara Messinese | Come modificare una canna  | Rod Dryer fai da te | Composizione di uno starlight | Pasturatori Pesanti | Segnalatore d abboccata | Divergente per piombo scorrevole | Costruiamo un Tripode... | Stendi finali | Eging | Spinner Bait | Ritorno al Passato | GOMMA E SEABASS | Tabelle di Conversione | Lo Spinning | Freddo da Calamari | Alice s minnow 175 di Bluspin | Max Rap | Minnow Hart | Minnow  | Minnow Youzuri | Minnonw Sakai Lures | Wood n sunfish | Cranky-m | Wood n slither | V-Crank | Midive minnow | Live popper | Wood n minnow | Moran pencil | Dumbbell popper | V-Joint | Bubble popper | Artificiali: Top water and Minnow | Testa piombata con paletta per esche siliconiche | Anelli faidate | Imbobinatore fai da te | Autocostr. manico anna da spinning 2º | Spinner bait parte 2° | Spinner bait parte 1° | Come legare un anello | Jig da mare parte 2° | Jig da mare parte 1° | Anellatura Artificiali | Autocostr. manico canna da spinning | Alternativa legatura piume | A prova di martello | Rattlins fai da te | Filosa per alaccia (lana) | Filosa per alaccia (silicone) | Il salva esche artificiali | Pesca all’aguglia con la bombarda | Misurare il Fondale | Galleggiante e pasturatore 2°Parte | Galleggiante e pasturatore | Reggicanna da banchina | Appendici reggicanna | La Pastura | Pescare all Inglese | La Tecnica della Bolognese | La bombarda | Taratura dei gallegianti | Galleggianti da Inglese | Galleggianti da Bolognese | Il Cavalletto | Piombatura a scalare per lenza a mano | Gli ami per la traina | La canna da Traina | Traina e Battere il Calamaro | L alaccia reperimento e innesco | La Piombatura Frazionata  | L aguglia reperimento e innesco  | Il mulinello da traina | Traina alla Leccia Amia | Traina al Dentice | Equilibrare un artificiale | Artificiali da traina | Piombi per la traina | Come agganciare il piombo guardiano | Traina con piombo guardiano | Traina alle aguglie | Traina di profonditá con il Monel | Traina di Profondità, Affondatore o Downrigger | Everol T-SHOT 20 | SGANCIO RAPIDO QUICK RELEASE | SGANCIO RAPIDO | Sgancio Rapido Per il Piombo Guardiano | Il Piombo a sgancio rapido faidate | Costruzione terminale per il vivo 2º | Costruzione terminale per il vivo 1º | La vasca per il vivo | Traina da terra: Il barchino | Palamito a vela var. trapanese | Pesca con la Caloma 2º | Pesca con la Caloma 1º | Pesca al Pagro nello Stretto di Messina | A Saraghi col palamito | Il vertical jigging | Il Fasolare | Lo Sgombro | Cannolicchio | Oloturia e sua preparazione | Sugarello | Bibi (Spinculus nudus) | Bigattino | Travi | Esplosi | Nodi | La Corvina | La Cernia | Il Cefalo | La Boga | Alletterato | Aguglia | Alalunga | La Lampuga | La biologa risponde | Risposta per mimmop67 | Capo Peloro (ME) | Marina di Melilli | Spinesante (ME) | Santa Croce Camerina (RG) | Penisola Magnisi | Caponegro | Ognina di Siracusa | Catania: dalla Playa al porto di Ognina | Reports | Uno,due,tre...Serra! | Estate da sogno | A traina in cerca di emozioni | Aiolata | Il saragone | Quattro siculi in trasferta | Rotolando verso sud... | Il mio solito sauro... | Scaduta bellissima | Sabato di spettacolo! | A Spinning con Rocco | A pesca con Rocco! | Un amore di Cappotto | Blitz a Mortelle (ME) | Pescata a Lipari | Storia di un amore (Love fishing) | Sciroccata amara | Patti, fastidioso vento laterale! | Un tranquillo week-end di pesca | Events | Evento del 26/05/2006 | Evento del 30/09/2006 | Evento del 20/01/2007 | Evento del 19/05/2007 | Evento del 23/08/2007 | Evento del 14/10/2007 | Evento del 27/10/2007 | Evento del 17/05/2008 | Evento del 25/10/2008 | Evento del 28/03/2009 | Evento del 22/11/2009 | Evento del 03/07/2010 | Evento del 17/10/2010 | Evento del 08/05/2011 | Evento del 20/10/2013 | Evento del 09/02/2014 | Evento del 04/04/2015 | Evento del 04/05/2015 | Evento del 04/06/2015 | Evento del 04/07/2015 | Album fotografico anno 2005 | Album fotografico anno 2006 | Album fotografico anno 2007 | Album fotografico anno 2008 | Album fotografico anno 2009 | Album fotografico anno 2010 | Album fotografico anno 2011 | Album fotografico anno 2012 | Album fotografico anno 2013 | Album fotografico anno 2014 | Album fotografico anno 2015 | Album fotografico anno 2016 | Album fotografico anno 2017 | Paesaggi | Meteo | Downloads | Video | Links | Chat | Forum | Facebook | Contatti | Copyright
Booking.com
Pescare in Sicilia per i tuoi soggiorni consiglia: PrenotareinSicilia | PrenotareinItalia | PrenotareinEuropa
Pescare in Sicilia
All rights reserved
2006-2016
Risoluzione minima consigliata
1280x800

FORUM



Litorale di San Saba - Messina
LINK SUGGERITI


EMANUELE LISI



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
Siamo Online
da 4104 giorni, 1 ore e 44 minuti
Agrigento Caltanissetta Catania
Enna Messina Palermo
Ragusa Siracusa Trapani

Cefalu Taormina Isole Eolie
GOOGLE



Web pescareinsicilia.it

ALFIO



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
CONTATTACI


Nome

Email

Testo


LEMBO GIOVANNI



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it

www.itineraridipesca.it

TOPSITE PESCA DEPORTIVA


Ultimo aggiornamento
2/05/17 10:00

Google+