ARTICOLI
 
Giugno 2006
Traina di Profondità, Affondatore o Downrigger
Emanuele Lisi da Catania





In questo piccolo articolo apprenderemo come la traina di profondità e quella di superficie sono diverse sulla base della posizione dell’esca. In quella di profondità l’esca scende alla profondità che noi stessi stabiliamo , e ciò può avvenire attraverso vari e molteplici sistemi di affondamento: l’affondatore a palla di cannone, il monel, la piombatura frazionata, il dacron o cordino con anima interna di piombo e gli affondatori idrodinamici. Il più usato è l’affondatore a palla di cannone o più comunemente chiamato downrigger. Il primo affondatore importato in Italia fu il famoso Fantom Master della penn,in seguito altre aziende del settore si impegnarono nella costruzione di affondatori simili . Quello di cui vi parlo in questo articolo è il kristal fishing XL 16 che io stesso utilizzo da più di 6 anni è vi garantisco pur trattandosi di un vecchio modello è ancora valido . Il downrigger consiste in un piccolo arganetto capace di contenere svariati metri di cavo d’acciaio a cui viene attaccata una palla del peso variabile tra i 3 e 6 kg con relativo sgancio rapido che al momento dello strike la pinzetta sgancia la lenza madre del mulinello e il combattimento e il recupero del pesce avviene in maniera più naturale e leggera. L’utilizzo del downrigger ha reso la vita più facile a molti trainisti consentendo di sondare le fasce d’acqua più profonde è rendendo più sportiva e divertente la pesca, può essere impiegato sia con esche artificiali che vive.

PARTI PRINCIPALI DEL DOWNRIGGER
Un affondatore può essere manuale o elettrico , (in quest’ultimo caso è agevolato il recupero della palla) e generalmente è composto da:
- un arganetto capace di contenere svariati metri di cavo d’acciaio con girellona per l’aggancio della palla
- Una basetta per lo staffaggio nella zona poppiera della barca oppure un apposito braccetto per inserirlo in un apposito porta canna
- Un braccio-tubo per tenere distante dalla poppa il complesso palla-pinza con una carrucola in testa per facilitare il recupero e non far rovinare il cavetto e un adeguato contametri per sapere a che profondità viaggia la nostra palla da confrontare con un ecoscandaglio
- Una palla può variare da 3 a 6 kg
- La pinza a sgancio rapido , ne esistono varie in commercio una delle più valide e facile da reperire è quella stonfo come mostrata in foto

PREGI
- velocità più elevate per la pesca con il vivo rispetto al piombo guardiano anche 2 nodi con la possibilità di riuscire a scandagliare zone molto vaste in minor tempo
- recupero della preda direttamente a filo nudo
- alle basse andature sotto i due nodi , pescando con il vivo il cavetto pesca perpendicolarmente allo specchio di poppa della barca dandoci una profondità reale di pesca
- posizionare l’esca alla profondità prescelta alle basse andature
- trainare in zone affollate da molte barche in quando il filo scende perpendicolare alla barca, senza correre il rischio di farsi tagliare il filo

DIFETTI
- durante l’azione di pesca non si può sapere cosa può accadere alla nostra esca , rasentando il fondo può capitare di tutto , l’esca si può sporcare di alghe oppure prendere qualche pesce piccolo che non fa sganciare la pinza , mi è capitato spesso di prendere l’odioso pesce lucertola rovinando tutto , causando l’ingarbugliamento del terminale , consiglio di controllare spesso l’esca
- aumentando la velocità conseguentemente aumenta l’inclinazione del cavetto per via degli attriti provocati dalla palla dal cavetto d’acciaio e dalla lenza madre del mulinello così per raggiungere profondità elevate dobbiamo sbobinare molti metri di cavo e in alcune situazioni anche il doppio della profondità di pesca
- il cavetto d’acciaio durante l’azione di pesca crea un ronzio pauroso udibile anche dalla barca , quando ero alle prime esperienze con l’affondatore non riuscivo a capire cosa fosse quel ronzio, dando anche fastidio ai pinnuti in particolar modo alle spigole ,ma per ovviare a questo problema , seguendo il consiglio di chi più esperto di me, ho sostituito il comunissimo cavetto da downrigger con un multifibre di ottima qualità il Kristal Fishing 0,65mm per 130lb che rispetto al cavetto d’acciaio(1-1,5mm) ha uno spessore minore permettendoci di scendere più in profondità in quanto fa meno attrito in acqua , in particolar modo durante l’azione di pesca con gli artificiali alle alte andature (3-4nodi) e così eliminiamo anche quel ronzio che può infastidire i pesci

L’AZIONE DI PESCA
Per prima cosa filare in mare l’artificiale a circa 40-50 dalla poppa
- mettere a penzolone fuori bordo la palla e la relativa pinza a sgancio rapido
- inserire il filo madre del mulinello nella pinza e dare una giusta taratura alla pinza tanto quanto basta a far avvenire lo sgancio solo sullo strike del pesce (da premettere che tra pesca con il vivo e con l’artificiale la pinza ha due gradi di taratura diversi , per il vivo deve avere un grado ti taratura minore rispetto a quella con l’artificiale)
- riporre la canna nell’ apposito porta canna
- inserire il folle sul mulinello e inserire il cicalino (questa manovra serve a far evitare di sganciare la pinza durante la discesa della palla)
- dare all’imbarcazione una giusta andatura ( con artificiale 3-4nodi con il vivo 1,5-2nodi)
- filare la palla in mare interfacciando ecoscandaglio e contametri dell’affondatore per evitare di incagliare la palla
- appena raggiunta la profondità prescelta frenare l’arganetto dell’affondatore con la frizione di cui è dotato
- inserire la marcia sul mulinello avendo cura di recuperare il filo in eccedenza mettendo in tiro la canna sull’affondatore senza pregiudicare lo sgancio della pinza se no dobbiamo rifare tutta l’operazione
- sullo strike del pesce la canna passera da inclinata in posizione di riposo , le manovre da fare sono 3 (diminuire leggermente l’andatura, recuperare la palla, recuperare il pesce a canna libera)

Se si desidera pescare con il vivo eseguire le stesse manovre come descritte precedentemente, solo con una variante : quando avviene lo strike del pesce dare gas al motore cosi da eliminare il filo in bando che si viene a creare tra canna, palla e pesce abboccato assicurandosi la ferrata dello stesso

COME STABILIRE LA PROFONDITA’
Il grosso dilemma dell’affondatore è avere una tabella delle profondità di affondamento , la si può ricavare tramite un piccolo stratagemma ma sono sempre soggette a variazioni, come detto in precedenza profondità di pesca , velocità della barca e cavo da filare in mare sono direttamente proporzionali , all’aumentare dell’ uno aumenta l’altro . Portiamo la nostra imbarcazione su un fondale sabbioso e mettiamoci all’ andatura da noi prescelta ,per esempio 3 nodi e filiamo in mare la nostra palla di 5 kg che generalmente è la più usata, appena sentiremo che la palla striscia sulla sabbia annotiamo su carta e penna profondità rilevata sull’ecoscandaglio , velocità barca , metri di cavo filato in mare rilevati sul contametri , vi consiglio di fare delle prove ponendo una scala 15-20-25-30-ecc…

- velocità 3 nodi palla 5kg, multifibre 0,65 corpo traina 0,40 artificiale un cucchiaino come esca
- 15m di cavo filato in mare la palla ha raggiunto quota 13m circa
- 20m di cavo filato in mare la palla ha raggiunto quota 16m circa
- 30m di cavo filato in mare la palla ha raggiunto quota 24m circa
- 40m di cavo filato in mare la palla ha raggiunto quota 28m circa
- 50m di cavo filato in mare la palla ha raggiunto quota 30m circa

vi ricordo sempre che le profondità sono soggette a variazioni che dipendono dalle correnti marine ,dagli artificiali che usiamo (ad esempio un cucchiaino fa meno resistenza rispetto ad un minnow con paletta metallica o con superbavettone ), dal corpo traina usato nel mulinello , dal diametro del cavetto usato nell’affondatore e dal peso e forma della palla , altro sistema per costatare la profondità della palla è munirsi di un ottimo ecoscandaglio capace di rilevare il segnale della palla e usare la pallaplaner della ilba ma anche questo sistema ha i suoi limiti poiché ad elevate profondità si perde il segnale per via del troppo allontanamento della palla dal cono di azione dello scandaglio.



|
 
NEWS DI DICEMBRE




La Corvina

Album fotografico anno 2017
EBAY


DISCUSSIONI RECENTI


ANSA NEWS


MAPPA DEL SITO


Home | Il Sarago nel Surf Casting | La Tenuta al Moto Ondoso | Long Arm clippato by GCB | Pocket Beach | Tempesta Perfetta | I magnifici 5 | Coaster in Nylon occhio al taglio | Scelta della postazione | I piombi nel Surfcasting | Il Fluocarbon nel Surfcasting | Primi approcci - configurazione rotante | Sfielttatore e Filo Elastico | Night and Day | I travi da pesca | Lo Shock Leader | Scelta Attrezzatura - Citazioni 1º | Condimeteo 3 | Condimeteo 2 | Condimeteo 1 | La Mareggiata | Obbiettivo Spigola! | Pelagici da riva... | Orate nel tirreno | Questioni di piombo | Maver Elite 190 | Daiwa 6 HM | Italcanna Fireball S1 | Penn 525 xtra Mag | Century Tornado Match and Sport | Century Tornado lite | Penn serie 525 | Ami, disaminiamo... | TRIO Compact BadBass Technology | SHIMANO BIOMASTER GTX 8000 | Zaino da pesca Fisherbagstore | Manutenzione dei mulinelli | Costruiamo un lead lift | Barretta conversione 6hm | Realiz. stampi cono-piramide 2º | Il Porta finali | Realiz. stampi cono-piramide 1º | Fonderia Cataudo | Modifica zaino FisherbagStore | Lo Sparviero, snodo multifunzionale | Bait Clip | Terminale per il Serra | Costruiamo il Bait Clip | Risparmiamo sui floater! | Stopper alternativo | Recuperiamo i floater | Prolunga del paletto | Costruzione del paletto | Cuscinetti | Oli e Lubrificazione | Costruzione di una palla da lancio | La meccanica dei freni magnetici | Daiwa Millionaire Tournament 7HT | Conversione AMBASSADEUR da cl a ct | Il sistema mag dei rotanti | Analisi rotture canne durante il lancio | Cenni storici, tributo a Lievanais | Guida all uso del rotante | Gli ami  | Daiwa Sealine 30 H | Teleferica: innesco del vivo | Gronghi and co. | La teleferica | Sostituzione boccole per il fisso | Piombo a perdere | 2 Ami per il vivo | Il Galleggiante ascensore | La Cassetta da Pesca | Il Mulinello a Bobina Fissa | Surf fishing e Beachledgering | Mormore, mormore, mormore... | Innescare il pastone | Il pastone | Cefalara Messinese | Come modificare una canna  | Rod Dryer fai da te | Composizione di uno starlight | Pasturatori Pesanti | Segnalatore d abboccata | Divergente per piombo scorrevole | Costruiamo un Tripode... | Stendi finali | Eging | Spinner Bait | Ritorno al Passato | GOMMA E SEABASS | Tabelle di Conversione | Lo Spinning | Freddo da Calamari | Alice s minnow 175 di Bluspin | Max Rap | Minnow Hart | Minnow  | Minnow Youzuri | Minnonw Sakai Lures | Wood n sunfish | Cranky-m | Wood n slither | V-Crank | Midive minnow | Live popper | Wood n minnow | Moran pencil | Dumbbell popper | V-Joint | Bubble popper | Artificiali: Top water and Minnow | Testa piombata con paletta per esche siliconiche | Anelli faidate | Imbobinatore fai da te | Autocostr. manico anna da spinning 2º | Spinner bait parte 2° | Spinner bait parte 1° | Come legare un anello | Jig da mare parte 2° | Jig da mare parte 1° | Anellatura Artificiali | Autocostr. manico canna da spinning | Alternativa legatura piume | A prova di martello | Rattlins fai da te | Filosa per alaccia (lana) | Filosa per alaccia (silicone) | Il salva esche artificiali | Pesca all’aguglia con la bombarda | Misurare il Fondale | Galleggiante e pasturatore 2°Parte | Galleggiante e pasturatore | Reggicanna da banchina | Appendici reggicanna | La Pastura | Pescare all Inglese | La Tecnica della Bolognese | La bombarda | Taratura dei gallegianti | Galleggianti da Inglese | Galleggianti da Bolognese | Il Cavalletto | Piombatura a scalare per lenza a mano | Gli ami per la traina | La canna da Traina | Traina e Battere il Calamaro | L alaccia reperimento e innesco | La Piombatura Frazionata  | L aguglia reperimento e innesco  | Il mulinello da traina | Traina alla Leccia Amia | Traina al Dentice | Equilibrare un artificiale | Artificiali da traina | Piombi per la traina | Come agganciare il piombo guardiano | Traina con piombo guardiano | Traina alle aguglie | Traina di profonditá con il Monel | Traina di Profondità, Affondatore o Downrigger | Everol T-SHOT 20 | SGANCIO RAPIDO QUICK RELEASE | SGANCIO RAPIDO | Sgancio Rapido Per il Piombo Guardiano | Il Piombo a sgancio rapido faidate | Costruzione terminale per il vivo 2º | Costruzione terminale per il vivo 1º | La vasca per il vivo | Traina da terra: Il barchino | Palamito a vela var. trapanese | Pesca con la Caloma 2º | Pesca con la Caloma 1º | Pesca al Pagro nello Stretto di Messina | A Saraghi col palamito | Il vertical jigging | Il Fasolare | Lo Sgombro | Cannolicchio | Oloturia e sua preparazione | Sugarello | Bibi (Spinculus nudus) | Bigattino | Travi | Esplosi | Nodi | La Corvina | La Cernia | Il Cefalo | La Boga | Alletterato | Aguglia | Alalunga | La Lampuga | La biologa risponde | Risposta per mimmop67 | Capo Peloro (ME) | Marina di Melilli | Spinesante (ME) | Santa Croce Camerina (RG) | Penisola Magnisi | Caponegro | Ognina di Siracusa | Catania: dalla Playa al porto di Ognina | Reports | Uno,due,tre...Serra! | Estate da sogno | A traina in cerca di emozioni | Aiolata | Il saragone | Quattro siculi in trasferta | Rotolando verso sud... | Il mio solito sauro... | Scaduta bellissima | Sabato di spettacolo! | A Spinning con Rocco | A pesca con Rocco! | Un amore di Cappotto | Blitz a Mortelle (ME) | Pescata a Lipari | Storia di un amore (Love fishing) | Sciroccata amara | Patti, fastidioso vento laterale! | Un tranquillo week-end di pesca | Events | Evento del 26/05/2006 | Evento del 30/09/2006 | Evento del 20/01/2007 | Evento del 19/05/2007 | Evento del 23/08/2007 | Evento del 14/10/2007 | Evento del 27/10/2007 | Evento del 17/05/2008 | Evento del 25/10/2008 | Evento del 28/03/2009 | Evento del 22/11/2009 | Evento del 03/07/2010 | Evento del 17/10/2010 | Evento del 08/05/2011 | Evento del 20/10/2013 | Evento del 09/02/2014 | Evento del 04/04/2015 | Evento del 04/05/2015 | Evento del 04/06/2015 | Evento del 04/07/2015 | Album fotografico anno 2005 | Album fotografico anno 2006 | Album fotografico anno 2007 | Album fotografico anno 2008 | Album fotografico anno 2009 | Album fotografico anno 2010 | Album fotografico anno 2011 | Album fotografico anno 2012 | Album fotografico anno 2013 | Album fotografico anno 2014 | Album fotografico anno 2015 | Album fotografico anno 2016 | Album fotografico anno 2017 | Paesaggi | Meteo | Downloads | Video | Links | Chat | Forum | Facebook | Contatti | Copyright
Booking.com
Pescare in Sicilia per i tuoi soggiorni consiglia: PrenotareinSicilia | PrenotareinItalia | PrenotareinEuropa
Pescare in Sicilia
All rights reserved
2006-2016
Risoluzione minima consigliata
1280x800

FORUM



Litorale di San Saba - Messina
LINK SUGGERITI


CRISTIAN DI PASQUALE



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
Siamo Online
da 4277 giorni, 7 ore e 53 minuti
Agrigento Caltanissetta Catania
Enna Messina Palermo
Ragusa Siracusa Trapani

Cefalu Taormina Isole Eolie
GOOGLE



Web pescareinsicilia.it

GABRIELE



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
CONTATTACI


Nome

Email

Testo


DAVIDE



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it

www.itineraridipesca.it

TOPSITE PESCA DEPORTIVA


Ultimo aggiornamento
2/05/17 10:00

Google+