ARTICOLI
 
Giugno 2008
I travi da pesca
Emanuele Velardita





In pesca, per far andare tutto al meglio, la regola è ESSENZIALITA’.
Essenziale è sinonimo di minimale e, in questa chiave, il trave tipo lascia ben poco spazio alla fantasia, all’estro e alla progettazione.
Un paio di snodi riposizionabili e una girella con moschettone sullo shock leader (che in questo caso sarà una bracciata più lungo del normale), rappresenta tutto ciò che necessita per affrontare qualsiasi situazione.
Questo sistema base potrà esser direttamente approntato in spiaggia usando fermi veloci come le “coil crimp”, ovvero spiraline in acciaio molto sottili che, appena attorcigliate al trave, vi aderiscono mantenendo lo snodo in posizione.
L’alternativa, indiscutibilmente valida e mai obsoleta, sarà invece lo shock leader pronto, ovvero già configurato con due snodi riposizionabili e l’attacco per il piombo.
In questo caso, certamente rinunciamo alla velocità d’azione ma guadagneremo parecchio in sicurezza, praticità e leggerezza.
Sicurezza perché, mancando qualsiasi nodo di giunzione con lo shock leader, ci preserva al massimo dalle rotture del trave.
Infatti, a ben considerare, Il trave si perde perché il nodo di giunzione o lo sgancio rapido cedono; nel nostro caso, mancando entrambi, l’unica rottura possibile potrà essere quella del nodo dello shock leader.
Praticità sia perché, grazie alla riposizionabilità, potremo configurare, da quella base, qualsiasi disegno possibile, sia a uno che a due ami, in un batter di ciglia; sia perché partire già con una manciata di shock leader pronti ci preserva da ogni problema con un ingombro minimo.
Leggerezza, infine, perché un trave così composto, scevro da qualsiasi elemento in più rispetto alla base, si presta meglio di qualsiasi altro alla distanza, soprattutto nei disegni mono amo come lo short rovesciato e completi di bait-clip.
Affinché tutto funzioni al massimo, comunque, si dovrà prestare molta attenzione nel confezionamento.
Gli snodi dovranno girare velocemente e perfettamente; le perline devono fare realmente da perno alla girella, gli stopper devono sì esser riposizionabili ma soltanto in seguito ad una forte trazione.
Riguardo a quest’ultimo punto, tralasciando i classici nodini, dovremmo affidarci a stopper in caucciù di alta qualità, da scegliere seguendo alcune regole ben precise.
- Una superficie minima di attrito, riduce l’effetto frenante; se il classico chicco di riso tende a scendere al minimo sollecito, è meglio optare per stopper dalla forma oblunga (cilindrica o conica);
- Il materiale con cui sono costruiti è molto elastico ed aderente; questo li rende molto frenati nello scorrere. Cerchiamo stopper che non si spostino quasi completamente a secco, così da avere una corretta riposizionabilità sulla superficie inumidita. Un sistema semplice è quello di scegliere una misura più stretta rispetto a quella consigliata dal produttore per il nylon che stiamo utilizzando, così da assicurarci il massimo dell’attrito.
- Può accadere, come di fatto accade, di trovare parecchie difficoltà a filare lo stopper sui nylon di diametro sostenuto. Per diametri fino al 50, un buon metodo può esser quello di passare lo stopper su un cappio di 0,25 e da qui passarlo al nylon dello shock; per diametri ancora più grossi (anche fino all’80), il sistema più pratico è quello di sfilettare una ventina di cm del nylon con una lametta, così da ridurne il diametro iniziale e permettere allo stopper di entrare senza strapparsi.
In ogni caso, ricordiamoci di bagnare con un poco di saliva la doppiatura d’entrata.
- Se non si vogliono usare gli stopper in gomma, l’alternativa sono i nodini UNI da confezionare in spago cerato/gommato o, ancora meglio, in power gum (un prodotto di origine anglosassone, che permette di ottenere nodi scorrevoli a trazione e che si assuccano a tal punto da inglobare le spire e diventare uno stopper vero e proprio). Da evitare i classici nodini nylon su nylon, poiché poco scorrevoli e potenzialmente dannosi per la lenza madre.
A questo punto, vediamo che prospettive di disegni possiamo trovare, agendo sulla posizione degli snodi, cogliendo l’occasione anche per una breve scheda tecnica utile per chi non li conoscesse.

Short Rovesciato.
È un trave classico, composto da un unico bracciolo montato molto alto rispetto al piombo e di lunghezza non superiore al metro e mezzo.
Prede*: Tutte
Mare Mosso; No
Mare Calmo; Sì
Distanza**: Buona
Tenuta alla laterale: Buona
Configurabilità***: Ottima
Clippaggio***: Facile (basta montare un bait clip a ridosso dell’aggancio per il piombo)

Long Arm.
Trave creato per la presentazione dell'esca il più naturale possibile, ha un bracciolo molto lungo (fino ai due metri e mezzo) su uno snodo montato in prossimità del piombo.
Prede*: Orata, Mormora, Spigola, Grongo.
Mare Mosso; No
Mare Calmo; Sì
Distanza**: Discreta
Tenuta alla laterale: Buona
Configurabilità***: Ottima
Clippaggio***: Complesso (la lunghezza del bracciolo, prevede una doppiatura della clip, non sempre facile da eseguire).

Pezzetto Domiziano.
Trave progettato per dare la massima naturalezza nella presentazione dell’esca e permettere di limitare lal unghezza del bracciolo (al massimo 75 cm).
Come disegno è simile allo Short rovesciato, ma si distingue da questo perché lo snodo è libero di salire e scedere sul trave per una certo tratto (anche fino ad un metro).
Prede*: Orata, Sarago, Spigola, Mormora
Mare Mosso; Sì
Mare Calmo; Sì
Distanza**: Buona
Tenuta alla laterale: Buona
Configurabilità***: Buona
Clippaggio***: Facile (praticamente uguale a quella dello short rovesciato).

Paternoster
È il disegno a due ami per eccellenza.
Ideato per presentare esche differenti e dedicata al mare mosso, prevede una coppia di braccioli corti (al massimo 50 cm), uno di seguito all’altro ed entrambi sopra il piombo.
Prede*: Sarago
Mare Mosso; Sì
Mare Calmo; Sì
Distanza**: Discreta
Tenuta alla laterale: Ottima
Configurabilità***: Ottima
Clippaggio***: Complesso (si tratta di dover clippare il bracciolo più alto a ridosso dello snodo del secondo bracciolo e, infine, clippare quest’ultimo una ventina di cm sopra il piombo, praticamente un lavoraccio).

Paternoster Siciliano.
È il trave a due ami più utilizzato lungo le nostre coste, ideato per doppiare l’esca e, in pescando nel branco, doppiare anche le catture.
I due braccioli, sono di lunghezza differente montati, quello corto (75 cm) sullo snodo alto e quello lungo (massimo un metro) sullo snodo posto a ridosso dell’aggancio del piombo.
Prede*: Mormora
Mare Mosso; N.D.
Mare Calmo; Sì
Distanza**: Discreta
Tenuta alla laterale: Buona
Configurabilità***: Ottima
Clippaggio***: Molto Complesso (si tratta di dover clippare il bracciolo più alto a ridosso dello snodo del secondo bracciolo e, infine, clippare quest’ultimo rovesciato verso l’alto).

Bomber Rig.
Trave di origine anglosassone, nasce come alternativa al Paternoster tradizionale, da dedicare alle condizioni di mare calmo e assenza di laterale.
Gli snodi, entrambi molto alti, si distanziano di 10/15 cm, mentre i braccioli, entrambi lunghi (anche oltre il metro), arriveranno quasi a ridosso del gancio per il piombo, con gli ami affiancati (in pratica come pescare con due short rovesciati).
È indispensabile l’utilizzo del bait-clip, per evitare che, i braccioli, si ingarbuglino nel lancio.
Prede*: Mormora
Mare Mosso; No
Mare Calmo; Sì
Distanza**: Ottima
Tenuta alla laterale: Scadente
Configurabilità**: Ottima
Clippaggio**: Facilissimo (consiste nel montare un bait-clip ad impatto di generose dimensioni sopra il piombo, per alloggiare comodamente i due ami innescati).

* In relazione alle nostre coste e alle condizioni meteomarine ideali per il trave.
** In condizioni ideali (assenza di vento o vento di spalle), con esche leggere e senza
bait-clip.
*** In riferimento esclusivo al trave solidale, direttamente costruito sullo shock leader.

N.B. LE FOTO DEI TRAVI SONO SITUATE NELLA SEZ. TRAVI ALLA PAG. WEB
http://www.pescareinsicilia.it/travi.php



|
 
NEWS DI OTTOBRE




La Corvina

Album fotografico anno 2017
EBAY


DISCUSSIONI RECENTI


ANSA NEWS


MAPPA DEL SITO


Home | Il Sarago nel Surf Casting | La Tenuta al Moto Ondoso | Long Arm clippato by GCB | Pocket Beach | Tempesta Perfetta | I magnifici 5 | Coaster in Nylon occhio al taglio | Scelta della postazione | I piombi nel Surfcasting | Il Fluocarbon nel Surfcasting | Primi approcci - configurazione rotante | Sfielttatore e Filo Elastico | Night and Day | I travi da pesca | Lo Shock Leader | Scelta Attrezzatura - Citazioni 1º | Condimeteo 3 | Condimeteo 2 | Condimeteo 1 | La Mareggiata | Obbiettivo Spigola! | Pelagici da riva... | Orate nel tirreno | Questioni di piombo | Maver Elite 190 | Daiwa 6 HM | Italcanna Fireball S1 | Penn 525 xtra Mag | Century Tornado Match and Sport | Century Tornado lite | Penn serie 525 | Ami, disaminiamo... | TRIO Compact BadBass Technology | SHIMANO BIOMASTER GTX 8000 | Zaino da pesca Fisherbagstore | Manutenzione dei mulinelli | Costruiamo un lead lift | Barretta conversione 6hm | Realiz. stampi cono-piramide 2º | Il Porta finali | Realiz. stampi cono-piramide 1º | Fonderia Cataudo | Modifica zaino FisherbagStore | Lo Sparviero, snodo multifunzionale | Bait Clip | Terminale per il Serra | Costruiamo il Bait Clip | Risparmiamo sui floater! | Stopper alternativo | Recuperiamo i floater | Prolunga del paletto | Costruzione del paletto | Cuscinetti | Oli e Lubrificazione | Costruzione di una palla da lancio | La meccanica dei freni magnetici | Daiwa Millionaire Tournament 7HT | Conversione AMBASSADEUR da cl a ct | Il sistema mag dei rotanti | Analisi rotture canne durante il lancio | Cenni storici, tributo a Lievanais | Guida all uso del rotante | Gli ami  | Daiwa Sealine 30 H | Teleferica: innesco del vivo | Gronghi and co. | La teleferica | Sostituzione boccole per il fisso | Piombo a perdere | 2 Ami per il vivo | Il Galleggiante ascensore | La Cassetta da Pesca | Il Mulinello a Bobina Fissa | Surf fishing e Beachledgering | Mormore, mormore, mormore... | Innescare il pastone | Il pastone | Cefalara Messinese | Come modificare una canna  | Rod Dryer fai da te | Composizione di uno starlight | Pasturatori Pesanti | Segnalatore d abboccata | Divergente per piombo scorrevole | Costruiamo un Tripode... | Stendi finali | Eging | Spinner Bait | Ritorno al Passato | GOMMA E SEABASS | Tabelle di Conversione | Lo Spinning | Freddo da Calamari | Alice s minnow 175 di Bluspin | Max Rap | Minnow Hart | Minnow  | Minnow Youzuri | Minnonw Sakai Lures | Wood n sunfish | Cranky-m | Wood n slither | V-Crank | Midive minnow | Live popper | Wood n minnow | Moran pencil | Dumbbell popper | V-Joint | Bubble popper | Artificiali: Top water and Minnow | Testa piombata con paletta per esche siliconiche | Anelli faidate | Imbobinatore fai da te | Autocostr. manico anna da spinning 2º | Spinner bait parte 2° | Spinner bait parte 1° | Come legare un anello | Jig da mare parte 2° | Jig da mare parte 1° | Anellatura Artificiali | Autocostr. manico canna da spinning | Alternativa legatura piume | A prova di martello | Rattlins fai da te | Filosa per alaccia (lana) | Filosa per alaccia (silicone) | Il salva esche artificiali | Pesca all’aguglia con la bombarda | Misurare il Fondale | Galleggiante e pasturatore 2°Parte | Galleggiante e pasturatore | Reggicanna da banchina | Appendici reggicanna | La Pastura | Pescare all Inglese | La Tecnica della Bolognese | La bombarda | Taratura dei gallegianti | Galleggianti da Inglese | Galleggianti da Bolognese | Il Cavalletto | Piombatura a scalare per lenza a mano | Gli ami per la traina | La canna da Traina | Traina e Battere il Calamaro | L alaccia reperimento e innesco | La Piombatura Frazionata  | L aguglia reperimento e innesco  | Il mulinello da traina | Traina alla Leccia Amia | Traina al Dentice | Equilibrare un artificiale | Artificiali da traina | Piombi per la traina | Come agganciare il piombo guardiano | Traina con piombo guardiano | Traina alle aguglie | Traina di profonditá con il Monel | Traina di Profondità, Affondatore o Downrigger | Everol T-SHOT 20 | SGANCIO RAPIDO QUICK RELEASE | SGANCIO RAPIDO | Sgancio Rapido Per il Piombo Guardiano | Il Piombo a sgancio rapido faidate | Costruzione terminale per il vivo 2º | Costruzione terminale per il vivo 1º | La vasca per il vivo | Traina da terra: Il barchino | Palamito a vela var. trapanese | Pesca con la Caloma 2º | Pesca con la Caloma 1º | Pesca al Pagro nello Stretto di Messina | A Saraghi col palamito | Il vertical jigging | Il Fasolare | Lo Sgombro | Cannolicchio | Oloturia e sua preparazione | Sugarello | Bibi (Spinculus nudus) | Bigattino | Travi | Esplosi | Nodi | La Corvina | La Cernia | Il Cefalo | La Boga | Alletterato | Aguglia | Alalunga | La Lampuga | La biologa risponde | Risposta per mimmop67 | Capo Peloro (ME) | Marina di Melilli | Spinesante (ME) | Santa Croce Camerina (RG) | Penisola Magnisi | Caponegro | Ognina di Siracusa | Catania: dalla Playa al porto di Ognina | Reports | Uno,due,tre...Serra! | Estate da sogno | A traina in cerca di emozioni | Aiolata | Il saragone | Quattro siculi in trasferta | Rotolando verso sud... | Il mio solito sauro... | Scaduta bellissima | Sabato di spettacolo! | A Spinning con Rocco | A pesca con Rocco! | Un amore di Cappotto | Blitz a Mortelle (ME) | Pescata a Lipari | Storia di un amore (Love fishing) | Sciroccata amara | Patti, fastidioso vento laterale! | Un tranquillo week-end di pesca | Events | Evento del 26/05/2006 | Evento del 30/09/2006 | Evento del 20/01/2007 | Evento del 19/05/2007 | Evento del 23/08/2007 | Evento del 14/10/2007 | Evento del 27/10/2007 | Evento del 17/05/2008 | Evento del 25/10/2008 | Evento del 28/03/2009 | Evento del 22/11/2009 | Evento del 03/07/2010 | Evento del 17/10/2010 | Evento del 08/05/2011 | Evento del 20/10/2013 | Evento del 09/02/2014 | Evento del 04/04/2015 | Evento del 04/05/2015 | Evento del 04/06/2015 | Evento del 04/07/2015 | Album fotografico anno 2005 | Album fotografico anno 2006 | Album fotografico anno 2007 | Album fotografico anno 2008 | Album fotografico anno 2009 | Album fotografico anno 2010 | Album fotografico anno 2011 | Album fotografico anno 2012 | Album fotografico anno 2013 | Album fotografico anno 2014 | Album fotografico anno 2015 | Album fotografico anno 2016 | Album fotografico anno 2017 | Paesaggi | Meteo | Downloads | Video | Links | Chat | Forum | Facebook | Contatti | Copyright
Booking.com
Pescare in Sicilia per i tuoi soggiorni consiglia: PrenotareinSicilia | PrenotareinItalia | PrenotareinEuropa
Pescare in Sicilia
All rights reserved
2006-2016
Risoluzione minima consigliata
1280x800

FORUM



Litorale di San Saba - Messina
LINK SUGGERITI


CLAUDIO



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
Siamo Online
da 4221 giorni, 12 ore e 10 minuti
Agrigento Caltanissetta Catania
Enna Messina Palermo
Ragusa Siracusa Trapani

Cefalu Taormina Isole Eolie
GOOGLE



Web pescareinsicilia.it

DOMENICO FESI



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it
CONTATTACI


Nome

Email

Testo


LUIGI LUCCHESI



Inviaci le foto delle tue catture lisi@pescareinsicilia.it

www.itineraridipesca.it

TOPSITE PESCA DEPORTIVA


Ultimo aggiornamento
2/05/17 10:00

Google+